Sir Roger Penrose e la mente "platonica"

Sir Roger Penrose e la mente "platonica"

Articolo pubblicato il 26/03/2018



Sir Roger Penrose nacque nel 1931 a Colchester, nella contea di Essex. È un matematico e filosofo britannico principalmente noto per i suoi contributi alle teorie cosmologiche ed insignito di numerosi premi incluso il Premio Wolf per la fisica nel 1988, in condivisione con il celebre fisico Stephen Hawking.

Penrose ha studiato all'University College School e all'University College di Londra (dove si è laureato con una tesi di laurea in matematica) ed ha terminato il suo dottorato di ricerca al St. John's College di Cambridge. Negli anni '50 ha ideato il cosiddetto "triangolo di Penrose" (o triangolo impossibile) descrivendolo come: «impossibilità nella sua forma più pura».

Ha per questo collaborato scambiando del materiale con l'incisore e grafico olandese Escher, le cui precedenti raffigurazioni di oggetti impossibili lo hanno in parte ispirato. Il concetto alla base del triangolo di Penrose (impossibile generare nella realtà senza creare un'illusione ottica) può essere esteso ad altri poligoni con più lati. Per le sue concezioni filosofiche e matematiche in molti (tra cui lo stesso Hawking) lo hanno definito un "platonico".

 

Esoturismo

 

Penrose si è occupato, ne tempo, di diversi ambiti disciplinari manifestando un forte interesse per la geometria, per lo studio dei cristalli e soprattutto per la teoria del Big Bang e la relatività generale. Divenne famoso per l'invenzione, avvenuta nel 1974,della cosiddetta "tassellatura di Penrose", ossia uno schema di figure geometriche basate sulla sezione aurea che permette di ottenere una tassellatura di superfici infinite.

I tasselli devono essere uniti rispettando un'unica regola: nessuna coppia dev'essere unita in modo che formi un singolo parallelogramma. Data questa regola esiste una quantità infinita di modi per tassellare un piano (a sua volta infinito) senza lasciare intervalli o buchi. Esistono pertanto più insiemi possibili di tasselli di Penrose, i quali hanno la caratteristica di esser legati alla sezione aurea.

Le tassellature non periodiche vennero considerate, inizialmente, semplicemente come delle strutture matematiche ma in seguito è stato notato che in alcuni materiali la disposizione degli atomi segue lo stesso schema di una tassellatura di Penrose - per questo motivo i materiali con questa caratteristica sono stati denominati "quasicristalli".

 

Esoturismo

Ha lavorato a lungo con Hawking alle teorie sui buchi neri e ad un modello ciclico dell'universo postulando che la sua fine costitusca l'inizio uno nuovo. L'espansione dell'universo arriverebbe infatti fino al dissolvimento completo della materia e all'assorbimento della luce da parte dei buchi neri. Ma Penrose rivolse la sua attenzione anche allo studio della mente umana, cercando di capirne la complessità: si vedano per questo i suoi lavori (es. La nuova mente dell'Imperatore, Rizzoli, Milano, 2000).

Contrariamente a coloro che credono che la mente umana agisca secondo procedure meccaniche ben definite, egli sostiene che la mente - oltre a seguire procedure "standard" - sia in grado di mettere a frutto dinamiche differenti. Questo ha indotto Penrose e Hameroff a ricorrere alla teoria quantistica per la definizione di un modello della mente.

Il modello (denominato ORCH-OR) della mente ideato da Roger Penrose e Stuart Hameroff ha come idea centrale l'ipotesi che la coscienza umana si origini da un processo che avviene nei microtubuli, all'interno dei neuroni, piuttosto che dall'interazione tra i neuroni. Il cervello non è dunque guidato da puri e semplici algoritmi bensì la coscienza (almeno in parte) si baserebbe su vibrazioni quantistiche.



Torna all'elenco

Vuoi restare aggiornato sulle nostre novità e sui tour organizzati?
Iscrivi alla newsletter e riceverai gratuitamente le nuove info via email!

Nome e cognome:
Indirizzo email:
Iscrizione in corso...

- © Esoturismo